Precocità? No problem

Informazioni

Le patate novelle sono tuberi ricchi di sapore e benefici, protagoniste di tante ricette, che siano cucinate con la buccia o meno. A differenza di quanto credono in molti, non sono una varietà di patate, ma semplicemente delle patate “acerbe”, che vengono quindi colte prima della piena maturazione. Le patate novelle si contraddistinguono per il tipico sapore delicato, la polpa tenera a pasta gialla e la buccia più sottile di colore paglierino. Si prestano a numerose preparazioni in cucina, soprattutto come contorno o secondo piatto.

Le patate sono costituite per la maggior parte del loro peso da acqua e da amido, che rappresenta circa il 15%. 100 gr di patate apportano circa 77 calorie e hanno un indice glicemico alto, motivo per cui i soggetti diabetici e coloro che hanno un’alterata tolleranza al glucosio devono consumarle con moderazione e mai insieme a pasta e pane. Inoltre, è bene sapere che l’indice glicemico delle patate varia a seconda del metodo di cottura utilizzato e, più vengono cotte, più si innalza il loro indice glicemico. Ricordiamo che le patate non contengono glutine e possono essere consumate anche dai soggetti celiaci. Nelle patate sono presenti varie sostanze importanti dal punto di vista nutrizionale. Tra i minerali, quelli più presenti sono sicuramente potassio, magnesio e fosforo. Le vitamine più abbondanti sono invece la vitamina C, la vitamina B6 e i folati.

Coltivate principalmente dove ci sono climi miti, il Sud Italia è la zona di elezione delle novelle. Circa il 34% della produzione nazionale di patate riguarda le primaticce. Si ottengono da diverse varietà e la Puglia è la maggiore produttrice della primizia, ricavata dalla coltivazione di 3 caratteristiche tipologie: Sieglinde, Spunta e Nicola, ma sono altrettanto rinomate quelle campane e siciliane. Fra le più apprezzate si distinguono la Patata Novella di Galatina DOP, la Patata Novella di Siracusa e quella di Messina.

Ricette sfiziose

Altri prodotti

Torna in alto